Digital Healthcare transformation

La trasformazione digitale degli ospedali

Digitalizzazione, resilienza, continuità operativa e centralità delle persone: le sfide del settore sanitario che possono essere vinte grazie a ecosistemi integrati e alle opportunità offerte dal PNRR

20 Lug 2022

La necessità di modernizzare, sviluppare e rendere più efficienti le strutture ospedaliere e, in generale, il comparto sanitario passa attraverso la digitalizzazione e la diffusione di servizi di assistenza remota. Un percorso che mette a dura prova le infrastrutture esistenti e richiede interventi urgenti di aggiornamento di capacità e manutenzione.

Il PNRR per una sanità moderna

Il PNRR dedica la Missione 6 alla Salute con un finanziamento di 19,7 miliardi al fine di rivedere i processi di cura e ottenere un più efficace collegamento tra ricerca, analisi dei dati e programmazione delle attività. Innovazione e digitalizzazione sono al centro di una nuova strategia sanitaria che consenta al Paese di conseguire standard qualitativi di cura adeguati.
Inoltre, parte dei finanziamenti sono destinati a migliorare le dotazioni infrastrutturali e tecnologiche per rendere gli ospedali sostenibili, sicuri e attenti alla cura del paziente.
Oggi sono dunque fondamentali soluzioni tecnologiche all’avanguardia capaci di garantire la continuità dei servizi in ogni situazione, flessibilità operativa e una rete informatica sicura ed efficace.
Infine, i dati: indispensabili per consentire il monitoraggio sia in ottica di comfort, sia di sicurezza.

La sanità del futuro è intelligente

È ormai appurato come l’utilizzo dei dati sia indispensabile per prendere le migliori decisioni. Un’affermazione che vale in generale per tutti i settori, ma che per quello sanitario assume ancora più rilevanza. Nel Regno Unito è stato recentemente presentato il report “I dati salvano vite: rimodellare l’assistenza sanitaria e sociale con i dati” che evidenzia come l’innovazione nella sanità non possa prescindere dall’utilizzare e valorizzare i dati. In questo caso, il concetto di valore non è connesso al business, come in altri settori industriali, ma al tema della salvaguardia della vita umana e del benessere del paziente. Poter disporre di dati precisi e aggiornati consente di prendere decisioni efficaci e aiutare il sistema sanitario e assistenziale a funzionare al meglio.

I vantaggi dell’elaborazione dei dati in loco

La necessità di disporre sempre e in modo rapido dei dati richiede un’infrastruttura IT resiliente ma, al tempo stesso, è fondamentale una gestione a livello locale.
La resilienza e la continuità dei servizi in campo richiedono apparecchiature di archiviazione ed elaborazione dei dati installate localmente.
Queste soluzioni, chiamate di Edge Computing, permettono di effettuare la gestione dei dati alla periferia dell’infrastruttura IT, ai suoi bordi (da qui il termine “edge”), dove i dati vengono generati e utilizzati, e permettono di abilitare in sicurezza la gestione dei dati e il loro utilizzo, tipicamente a livello locale, per erogare applicazioni e servizi.
Tra i vantaggi:

  • riduzione dei costi e miglioramento dell’efficienza operativa;
  • aumento della produttività e riduzione dei tempi di inattività;
  • diminuzione delle attività di manutenzione.

La risposta nelle tecnologie abilitanti

Per rispondere a tutte queste esigenze è necessario integrare tecnologie diverse, che passano dalla digitalizzazione e dall’interconnessione dei sistemi: un approccio che in Schneider Electric è di casa.
In una struttura sanitaria, la continuità operativa e, di conseguenza, la disponibilità e la qualità dell’alimentazione 24/7 è fondamentale.
Un guasto (anche momentaneo) del sistema di alimentazione può avere gravi conseguenze. Per una continuità operativa ottimale e per un’alimentazione sicura, Schneider Electric propone una gamma completa di soluzioni UPS, da quelli monofase ai trifase, con particolare attenzione alla protezione da disturbi come cali, oscillazioni e picchi di tensione al fine di proteggere i sistemi elettronici più sensibili e costosi.

A sostegno di resilienza e continuità dei servizi in campo, Schneider Electric propone i Micro Data Center per infrastrutture Edge Computing – preconfigurati, pre-assemblati e facilmente scalabili – che possono aiutare gli ospedali a soddisfare le crescenti esigenze di elaborazione dei dati e garantire un monitoraggio avanzato per identificare condizioni di funzionamento anomale.

Contributo editoriale sviluppato in collaborazione con Schneider Electric

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5