PNRR Missione 6

Piattaforma Nazionale di Telemedicina: ecco il bando

Al via la gara per l’affidamento della concessione per la progettazione, realizzazione e gestione dei servizi abilitanti della Piattaforma Nazionale di Telemedicina

Pubblicato il 14 Ott 2022

Dopo aver pubblicato l’Avviso per la Piattaforma nazionale di Telemedicina, Agenas ha ora pubblicato il bando per l’affidamento della concessione per la progettazione, realizzazione e gestione dei servizi abilitanti della PNT.

Le finalità della Piattaforma Nazionale di Telemedicina

L’obiettivo principale della Piattaforma nazionale – come riportato da Agenas – è creare un livello fondamentale di interoperabilità che garantisca standard comuni ai servizi di telemedicina sviluppati dalle Regioni, valorizzando quanto già disponibile nel panorama dei contesti locali, integrando o completando il portafoglio di servizi.
L’iniziativa “nasce dall’esigenza di colmare il divario tra le disparità territoriali e offrire maggiore integrazione tra i servizi sanitari regionali e le piattaforme nazionali attraverso soluzioni innovative”.

e-book
Smart Manufacturing e Industry 4.0: come “iniettare” intelligenza nei processi
ERP
Manifatturiero/Produzione

La Missione 6 Componente 1 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) – chiarisce Agenas – dedicata al potenziamento dell’Assistenza sanitaria territoriale, individua uno specifico investimento (sub-investimento 1.2.3.) per l’implementazione della Piattaforma Nazionale di Telemedicina.
Tra gli obiettivi:

  • favorire l’implementazione omogenea dei percorsi di telemedicina su tutto il territorio nazionale facilitando la presa in carico, acuta e cronica, da parte delle cure territoriali, favorendo la deospedalizzazione e potenziando la qualità delle cure di prossimità
  • colmare il divario tra le disparità territoriali e offrire maggiore integrazione tra i servizi sanitari regionali e le piattaforme nazionali attraverso soluzioni innovative
  • migliorare la qualità clinica e l’accessibilità ai servizi sanitari dei pazienti all’interno del territorio nazionale;
  • dotare i professionisti sanitari di nuovi strumenti validati al fine di operare efficacemente in ogni processo sia individuale che multi-disciplinare.

Piattaforma Nazionale di Telemedicina: il bando

Come reso noto da Agenas, è stata aperta la Procedura per l’affidamento della concessione per la progettazione, realizzazione e gestione dei servizi abilitanti della Piattaforma Nazionale di Telemedicina – PNRR-Missione 6 componente 1 sub-investimento 1.2.3. “telemedicina” mediante project financing, ai sensi dell’art. 183 comma 15 del d.lgs. 50/2016 e s.m.

Tale Procedura è stata aperta, tra le altre, con le seguenti caratteristiche:

  • diritto di prelazione da parte del promotore
  • facoltà per l’aggiudicatario di costituire una società di progetto ai sensi e per gli effetti dell’art. 184 d. lgs 50/2016 e s.m.i.
  • previsione di un valore stimato della concessione decennale valorizzato in euro 341.775.855,84, costituito dal fatturato totale del Concessionario, generato per tutta la durata dell’appalto, al netto dell’i.v.a. a fronte dei contributi e dei canoni previsti, con applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, ai sensi dell’articolo 95 comma 2 del d.lgs. 50/2016 e successive modifiche.

Bando PNT: la proposta di fattibilità

Presentata dal soggetto promotore, costituisce la documentazione per la presentazione delle offerte. Essa è composta dai seguenti documenti:

  1. Progetto tecnico dell’architettura e dei servizi (“PTAS”)
  2. Caratteristiche del servizio e della gestione (“Gestionale”)
  3. Documento di sintesi – Elementi essenziali del PEF
  4. Bozza di Convenzione (“Convenzione”) e matrice dei rischi.

Vincoli nell’attivazione della procedura

Riguardo al bando della Piattaforma Nazionale di Telemedicina, nella relativa delibera di indizione, Agenas precisa che l’attivazione della procedura non comporta alcun vincolo per l’Ammistrazione che si riserva la facoltà di non procedere ad alcuna aggiudicazione nel caso in cui nessun offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto della procedura, ovvero nel caso di oggettive o rilevanti motivazioni o di sopravvenute esigenze pubbliche.
In tal caso, i soggetti partecipanti non avranno nulla a pretendere per la mancata aggiudicazione/affidamento della fornitura, né potranno richiedere compensi o rimborsi per la predisposizione della propria offerta, restando a loro completo carico ogni spesa sostenuta per la partecipazione della gara.

Bando Piattaforma Nazionale di Telemedicina: come ed entro quando presentare l’offerta

La redazione dell’offerta dovrà avvenire seguendo le diverse fasi della procedura. Esse consentono di predisporre:

  • la documentazione amministrativa
  • l’offerta tecnica
  • l’offerta economica.

Ciascun documento deve essere caricato attraverso un’apposita procedura di upload seguendo le specifiche istruzioni riportate nel Disciplinare Telematico.

Il termine ultimo per la  presentazione delle offerte è fissato per il 28/11/2022, ore 12:00.
Per le richieste di chiarimenti, invece, c’è tempo fino al 21/11/2022, ore 15:00.

PNRR e trasformazione digitale a Forum PA Sanità 2022

Piattaforma-Nazionale-Telemedicina-bando-PNRR-Forum-PA-Sanita-2002

Il PNRR  in Sanità sarà uno dei temi dei quali si parlerà nel prossimo Forum PA Sanità 2022 che si terrà il 26 e 27 ottobre prossimi in presenza (Talent Garden di Roma Ostiense) e online sulla piattaforma di diretta di FPA.
“Il PNRR offre importanti opportunità per le Amministrazioni Centrali, per le Regioni e per le Aziende Sanitarie per attuare la trasformazione digitale attraverso l’innovazione di processo, le tecnologie abilitanti e le collaborazioni tra pubblico e privato – si legge nella presentazione del talk “PNRR: trasformazione digitale, modelli organizzativi, strumenti di procurement” che si terrà il 26 Ottobre dalle 12:30 alle 13:45 all’interno della Manifestazione -. L’attuazione del PNRR passa anche attraverso adeguati strumenti di procurement: tra questi spiccano le gare Consip per la Sanità Digitale che aprono alle amministrazioni pubbliche opportunità di attivazione snella e rapida sugli ambiti chiave di innovazione.

La capacità e la velocità di deployment operativo sul campo dei progetti finanziabili con le risorse del PNRR faranno la differenza rispetto alla trasformazione dei servizi sanitari regionali.
Ma come affrontare il nodo dei processi di acquisto? Quale percorso impostare dal fabbisogno, al procurement, fino ad un’attuazione dei progetti di innovazione che sappia combinare sin dalla progettazione tecnologia, organizzazione e processi ?

Moderato da Mariano Corso – Responsabile Scientifico Osservatorio Sanità Digitale Politecnico di Milano e Presidente P4I- il talk, attraverso la partecipazione di esponenti nazionali, regionali e aziendali coinvolti in questo grande programma di trasformazione, intende discutere delle opportunità del PNRR, delle modalità di procurement pubblico per impiegare le risorse destinate all’innovazione, delle competenze e dell’organizzazione richieste alle strutture sanitarie. Esperienze concrete completano il quadro e favoriscono lo scambio di conoscenze e competenze utili a livello di sistema”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

F
Forum PA Sanità 2022
P
PNRR
T
Telemedicina

Articolo 1 di 5