Tracciamento digitale

Ospedali più sicuri ed efficienti grazie all’asset tracking

Con l’aiuto di innovative soluzioni software e hardware, è possibile conoscere in tempo reale in quale punto di una struttura sanitaria si trova un paziente o un apparecchio elettromedicale. Enormi i vantaggi per la sicurezza dei pazienti e del personale sanitario e per la gestione economica della struttura ospedaliera

Pubblicato il 10 Mar 2023

“Le moderne strutture ospedaliere sono dotate di reti cablate di alta qualità.
L’evoluzione tecnologica offre soluzioni software e hardware di asset tracking a costi limitati.
La tecnologia BLE, che sfrutta un sistema Bluetooth con basse emissioni simile a quello installato sui nostri smartphone, permette di riconoscere un ‘tag’ associato a un oggetto/soggetto in movimento.
Il localizzatore oggi può dirci in quale punto dell’ospedale si trova un paziente oppure un apparecchio elettromedicale.
A breve, reti come questa permetteranno la navigazione indoor, sul modello di quella che siamo abituati ad usare per gli spostamenti su strada, aiutando il paziente a trovare l’ambulatorio per la visita prenotata o teleguidando il visitatore fino al letto di degenza del parente ricoverato in una grande struttura ospedaliera”.

È quanto affermato da Antonio Fumagalli, direttore dei Sistemi informativi – ICT dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, la struttura ospedaliera nella quale è entrato in funzione nelle scorse settimane un sistema innovativo di ‘indoor tracking’ che permette il monitoraggio digitale ‘real time’ degli ingressi e delle uscite dei pazienti nel tragitto reparto-blocco operatorio e degli spostamenti intraospedalieri delle principali attrezzature elettromedicali ed informatiche mobili.

Come avviene l’asset tracking in Ospedale

Speciali braccialetti – si legge in una nota del Papa Giovanni XXIII – vengono allacciati al polso del paziente ricoverato in reparto o in terapia intensiva al momento del trasferimento in sala operatoria.
Il paziente viene tracciato in automatico lungo tutto il tragitto intraospedaliero grazie a una nuova rete di antenne cablate.
Circa 3.000 device ed attrezzature sono dotati di un apposito “tag” che viene tracciato con le medesime antenne ed altre installate in punti strategici dell’ospedale, tutte dotate di tecnologia bluetooth (BLE).

Asset tracking in Ospedale: quali vantaggi?

Ci sono molte buone ragioni per cui una struttura sanitaria moderna e orientata all’innovazione debba dotarsi di sistemi di tracciamento digitale.
Questi i principali vantaggi dell’asset tracking:

  • Proteggere le persone e le risorse all’interno dell’Ospedale
  • Migliorare l’esperienza del paziente
  • Offrire maggiore sicurezza clinica ai pazienti
  • Consentire una gestione centralizzata delle informazioni
  • Permettere un’allocazione ottimale delle risorse
  • Ottimizzare la dotazione delle diverse Unità condividendo e “turnando” le risorse
  • Aumentare l’accuratezza delle procedure e dei processi
  • Ridurre gli sprechi economici in fase di acquisto della strumentazione
  • Evitare il sottoutilizzo o il mancato utilizzo delle apparecchiature mediche
  • Localizzare i medici in tempo reale in situazioni di emergenza
  • Limitare il rischio di furti di asset anche molto costosi
  • Tracciare i contatti tra pazienti per limitare sul nascere eventuali focolai d’infezione
  • Gestire il bilancio ospedaliero rispettando i vincoli di certificazione
  • Semplificare i processi in outsourcing delle attrezzature elettromedicali (manutenzione)

Benefici sia per i pazienti sia per le strutture sanitarie

“Il nuovo sistema di localizzazione digitale real-time della dotazione tecnologica è stato introdotto anzitutto per offrire maggiore sicurezza clinica al paziente – ha spiegato Maddalena Branchi, direttore dell’Ingegneria clinica dell’ASST Papa Giovanni XXIII -.

Oggi, in qualsiasi momento e in tempi brevi, possiamo recuperare le apparecchiature che servono per erogare le prestazioni anche in urgenza.

La gestione centralizzata delle informazioni è un fattore fondamentale in un’azienda complessa come la nostra, che vive di turnazione continua 24 ore su 24 di professionisti.

Per ciascun device possiamo studiare i tempi di impiego medio giornaliero e la “giornata-tipo”.

Per esempio, possiamo registrare quelli di un ecotomografo che viene usato la mattina per le procedure ambulatoriali, mentre il pomeriggio fa rientro per essere utilizzato in reparto.
Possiamo ottimizzare la dotazione di ciascuna Unità e sfruttare al meglio le opportunità di condivisione della strumentazione.

Possiamo, infine, evitare sprechi in fase di acquisto, il sottoutilizzo della strumentazione oppure il mancato utilizzo, per vari tipi di anomalie”.

Gli altri vantaggi del tracciamento digitale in Ospedale

Ma i vantaggi – si legge nella nota – non si fermano qui.
Il digitale garantisce una gestione del bilancio più aderente ai vincoli di certificazione, apre alla possibilità di gestire in maniera più efficiente alcuni processi in outsourcing sulle attrezzature elettromedicali, come è il caso della manutenzione.
Sapere dove si trova un’apparecchiatura garantisce di poter fare la manutenzione preventiva (il tagliando) rispettando i tempi stabiliti dal produttore, garantendo così la sicurezza del paziente e degli operatori.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Approfondimenti

I
IoMT
I
IoT
O
ospedale
S
sensori
W
wearables

Articolo 1 di 5